Visualizzazioni totali

mercoledì 14 giugno 2017

Una bottiglia nel mare di Gaza - Valérie Zenatti

Titolo: Una bottiglia nel mare di Gaza                                                               Autore: Valérie Zenatti                                                                                         Editore: giunti                                                                                                     Genere: romanzo                                                                                               Pagine: 150                                                                                                         Prezzo: €8,90                                                                                                     «Penso, forse da ingenua, anzi, sicuramente da ingenua ai tuoi occhi, che se persone come noi cercano di conoscersi, il futuro avrà la possibilità di avere altri colori oltre al rosso del sangue e al nero dell'odio».                                                                                                                                              Tal ama la sua città, Gerusalemme, e proprio non riesce a digerire gli attentati kamikaze sempre più frequenti e sempre più vicini. Decide allora di scrivere un messaggio con il suo indirizzo mail e di affidarlo al fratello, che si recherà a Gaza con l'esercito e lascerà la bottiglia contenente il messaggio sulla spiaggia. Tal spera che una ragazza di Gaza trovi la bottiglia e le scriva, condividendo con lei sogni e paure sull'eterna rivalità tra palestinesi e israeliani. Qualcuno davvero le risponde, ma quello che riceve per mail, da parte di un certo "Gazaman", non è di certo un messaggio amichevole e di pace, e chi lo ha scritto di sicuro non è una ragazza.                   
separatore11Una lettura piacevole e coinvolgente, nonostante l'ambientazione a volte drammatica. Il romanzo è adatto sia per ragazzi che per adulti, racconta uno scambio di mail, a volte commovente, altre volte pieno di ironia e derisione, tra una ragazza di Gerusalemme e un ragazzo che vive nella striscia di Gaza. Tal vorrebbe conoscere la persona al di là dello schermo, capire perché il suo popolo è diverso dal proprio, perché appena raggiunta la maggiore età dovrà unirsi all'esercito per andare a combattere proprio nella terra di Gaza, il perché di tutto l'odio e il rancore in quelle terre. Un tema estremamente attuale, non trovate?                                                                                                 Lascio un paio di estratti: "Ho trovato la bottiglia passeggiando in riva al mare. La spiaggia è l'unico posto dove si può dimenticare di essere parcheggiati in un maledetto posto chiamato 'striscia di Gaza'. Nessuno può immaginare cosa sia, se non l'ha visto. Il modo più semplice per descriverlo è elencare quello che non c'è. Dopo, immagino che tutti possano iniziare a farsene un'idea: niente fiume, niente boschi, niente montagne, niente valli, nessun monumento storico, nessun centro commerciale nuovo di zecca, nessuna strada graziosa con i caffè e i negozi di lusso, niente grande parco per le famiglie, niente zoo. La striscia di Gaza è sabbia, qualche ulivo, insediamenti dei coloni israeliani, e case grigie, decine di migliaia di case grigie strette le une contro le altre, strette fino a soffocare, del resto si soffoca presto, qui."                                                                                      "Sono un orologio che si è fermato all'ora del delitto, un cuore che continua a battere mentre il cervello non risponde più. Piango, guardo nel vuoto, vedo cose che non posso raccontare a nessuno."
 Risultati immagini per valérie zenatti Valérie Zenatti                                                                            (1970) scrittrice di narrativa e traduttrice, ha scritto numerosi romanzi e si è aggiudicata il prix du Livre Inter nel giugno 2015. Il suo libro per ragazzi Una bottiglia nel mare di Gaza, le è valso una ventina di premi ed è stato tradotto in quindici lingue. Esiste anche un omonimo adattamento cinematografico con il regista Thierry Binisti, uscito nel 2012 in Francia.  

Nessun commento:

Posta un commento