Visualizzazioni totali

domenica 19 novembre 2017

Camera 101: L'osceno è la radice del piacere - Enea Tonon

Titolo: Camera 101. L'osceno è la radice del piacere                                     Autore: Enea Tonon                                                                                     Editore: Seflpubblishing                                                                         Genere: Erotico                                                              
Pagine: 78 (ebook)                                                      
Prezzo: 1,99 (ebook)      
Mi mancava il fiato per il dolore. Era insensato quello che stava facendo, o almeno lo era per me. Voleva mostrarmi che non le importava nulla di quel che dicevo, e poteva essere gratuitamente spietata e feroce?

Una donna conosciuta online, intelligente e spietata allo stesso tempo. Un uomo sottomesso completamente al suo folle sadismo. Una storia d'amore fatta di dolore e perversione. Una perversione che va oltre al razionale, oltre l'ordinario. La donna ha come obiettivo il massimo piacere, cosa farà per raggiungerlo? Cosa dovrà sopportare l'uomo, lo schiavo, per soddisfare la donna? 
Soprattutto nell'ultimo periodo, con lo sviluppo di internet, è possibile conosce persone online. Persone che ci possono affascinare e persone che, invece, non suscitano il nostro interesse. Con coloro che ci affascinano cerchiamo, sempre, di instaurare un rapporto di amicizia. A volte si spera anche, se le cose funzionano, di potersi incontrare. E' molto importante incontrarsi di persona ed avere una comunicazione faccia a faccia, per capire veramente se quella persona che si nascondeva dietro allo schermo è la stessa che ci ha dimostrato di essere precedentemente. I protagonisti di questa storia hanno avuto modo di incontrarsi e di vivere un'avventura fuori dal comune, una storia ricca di piacere e di passione, una storia che sconvolge la mente e i sensi, un misto di dolore e follia. Una donna sadica e dominatrice che ama infliggere dolore all'uomo per i suo piacere. Una donna con una perversione particolare di cui l'uomo va matto perché accecato dalla furbizia e dell'intelligenza della sua femmina. 



Lascio delle citazioni: "Ricordavo le scene sadiche che mi dipingeva e che non avevano nulla del gioco, ma erano intensamente perverse, impregnate di crudeltà senza limiti."  
"Mi affascinava quel suo essere così perversa e senza scrupoli, e mi dava la sensazione di una sensualità prorompente e totale, priva d ogni limite. Non potevo sapere cosa passava nella sua mente ma, avevo l'impressione che lo abitasse il senso del potere assoluto, somigliante a quello di un dio, e questo la accendeva straordinariamente." 
"La sua intelligenza era la porta attraverso la quale, era possibile entrare in lei. Ho imparato a blandirla e a eccitare il suo orgoglio e il suo elevato senso di unicità, spingendola a immaginare situazioni estreme, con l'intento di farla sentire, molto più in alto delle altre donne; più intelligente, più determinata ed esclusiva, e si compiaceva di mostrarmi quanto sapesse, essere feroce e immorale e amorale."  

















1 commento: