Visualizzazioni totali

lunedì 5 dicembre 2016

Recensione "La città del terrore" - Alafair Burke

  Titolo: La città del terrore                                          Autore: Alafair Burke         Editore: Newton Compton                                         Genere:Thriller                 Prezzo: 5,87 (copertina flessibile)                             Pagine: 316

Sul collo della donna correva una catena di segni lasciati da un laccio, che lo avvolgevano come una speronella violacea. Aveva gli occhi in fuori e la lingua gonfia fuoriusciva dalle labbra incrostate di saliva e bile essiccate. [...] La mutilazione, oltre ad essere raccapricciante, era anche gratuita: era stato lo strangolamento, molto probabilmente, a toglierle la vita.                                                                                                

La notte più bella della sua vita si trasformerà per Chelsa Hart nella notte del suo ultimo respiro, infatti, la mattina seguente viene trovata brutalmente uccisa in un capannone in disuso da un gruppo di persone che stava facendo jogging e fortunatamente tra queste persone vi era anche la detective Ellie Hatcher. A Ellie viene affidato il caso e con la collaborazione del suo collega Rogan dovrà catturare il killer. Dopo una serie di indagini superficiali i due colleghi giungono alla conclusione di aver catturato il killer ma a Ellie sembra tutto troppo facile. Un giorno riceve una strana telefonata che le farà prendere un'altra strada, molto più tortuosa, forse tutto questo poteva essere collegato con altri tre casi irrisolti successi anni prima. Continuando con le indagini piano piano i pezzi del puzzle iniziano a combaciare portando a galla una verità troppo dura per Ellie. L'assassino le ha chiaramente mandato un'inquietante messaggio: la prossima vittima sarà lei. 
   ask-history-was-jack-the-ripper-a-woman22_iStock_000018640855Medium-E   ask-history-was-jack-the-ripper-a-woman22_iStock_000018640855Medium-E   ask-history-was-jack-the-ripper-a-woman22_iStock_000018640855Medium-E
         
Finalmente sono riuscita a leggere questo libro. Onestamente mi aspettavo una lettura simile alla Ragazza del treno, semplice, banale e leggera, ma in realtà i due libri non possono essere paragonati. Questo è un libro ben fatto, ben scritto e per nulla banale, per quanto io possa aver letto libri di questo genere e visto un sacco di film a riguardo posso affermare che nonostante la mia "esperienza" in materia fino alla fine non ci sono arrivata a capire chi fosse il killer. Apprezzo molto i libri intricati come questo perché ti obbligano a leggere riga per riga parola per parola, ti fanno stare attenta ad ogni punto e ad ogni virgola per non perdere nessun dettaglio, nessun indizio perché alla fine del libro la vera investigatrice o il vero investigatore è il lettore.  Amo molto questo genere perché presenta la realtà così com'è senza nasconderla dietro a niente, ti raccontano tutti i pericoli del mondo presenti al di fuori di casa nostra e ci fanno capire che non ci basta un persona o una poltrona un coperta e una tazza di tè per essere protetti, noi tutti siamo costantemente in pericolo. Sono libri  che ci parlano della cruda realtà di oggi, della nostra realtà. Lascio una citazione:
“ Una volta arrivato a Union Square West, trovò da sedersi a un tavolo da picnic libero vicino al marciapiede. Sarebbe rimasto lì ad aspettare. E a guardare. Pazienza, meticolosità, dedizione, tempo. Finalmente aveva trovato il suo progetto. A questo punto doveva annotarsi come passava le giornate, conoscere le sue abitudini.”

Alafair_Burke
 Alafair Burke                                                                                                  È autrice di bestseller internazionali. I suoi romanzi nascono dall'esperienza di pubblico ministero nei commissariati di polizia e nei tribunali di polizia. Il suo sito internet: http://alafairburke.com/

5 commenti:

  1. Questo libro deve essere bellissimo non lo conoscevo

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Amo i libri thriller e adoro la trama. Mi piace anche leggere i libri che ti tengono con il fiato sospeso

    RispondiElimina
  4. Amo i libri thriller e adoro la trama. Mi piace anche leggere i libri che ti tengono con il fiato sospeso

    RispondiElimina
  5. Spero di leggerlo presto anch'io

    RispondiElimina